Polisportiva Sarnese

Switch to desktop
Vota questo articolo
(0 Voti)

Rosolino: un progetto giovane e di crescita che ha bisogno del sostegno della citta' di Sarno

Diversi mesi vissuti alla Polisportiva Sarnese, dallo scorso campionato, come collaboratore della società ed una salvezza conquistata grazie anche al suo contributo: Alessandro Rosolino parla come neo direttore sportivo dei granata.

Con l’entusiasmo di un bambino torna a Sarno, dopo dieci anni dall’ultima esperienza con una squadra sarnese come allenatore, ma torna sotto un’altra veste. 

“Sono molto felice e soddisfatto di come stanno procedendo le cose. – dichiara Rosolino - Fino a 20 giorni fa la Sarnese rischiava di non iscriversi al Campionato e solo un atto di coraggio del neo presidente Emilio Diodati e della proprietà rappresentata dal grande presidente Francesco Origo sta regalando alla città di Sarno ancora per un anno, e per il quinto consecutivo, la serie D.

Il progetto è semplice e non fa altro che confermare il filo conduttore che ha contraddistinto questa società negli ultimi quattro anni: la valorizzazione dei giovani. Quest'anno ancora di più nella nostra rosa, della prima squadra, su 26 calciatori sono stati tesserati 17 Under ed altri 9 over che a loro volta non superano il 21 anni. Abbiamo sei 2001, tre 2000, cinque 1999, tre 1998. Degli over: tre del 1994, uno del 1996 e ben cinque del 1997. La vera differenza la dovrà fare l'organizzazione sportiva che deve allinearsi ai livelli di una squadra professionista. In tal senso mi sono avvalso di uno staff formato da tutti i professionisti, con esperienze importantissime nei settori giovanili di serie A. Muniti tutti di diploma di allenatore professionista Uefa, a loro è affidato il compito di valorizzare  questi giovani che già di per sé, hanno delle importanti qualità tecniche in quanto, a loro volta provenienti da esperienze professionistiche. È una squadra giovanissima ma importante, dove l'entusiasmo  forse dovranno farla da padrone”.

 

Alessandro Rosolino alla Polisportiva Sarnese era arrivato a Sarno per mettersi a disposizione della società come direttore sportivo e i risultati gli hanno dato ragione.

 

“Ringrazio la proprietà che mi ha dato la possibilità di continuare un lavoro già iniziato l'anno scorso, dal mese di dicembre. Il nostro primo obiettivo sarà una tranquilla salvezza per poi divertirci per il prosieguo del campionato. Mi auguro che tutta la comunità Sarnese apprezzi tutto quanto la proprietà, con in testa il presidente Emilio Diodati, Francesco Origo e Nello Musco che stanno facendo di tutto per mantenere una categoria importante per la città di Sarno. Sono certo che il popolo Sarnese risponderà con una presenza costante allo stadio perché questi giovani hanno bisogno del loro sostegno” spiega Rosolino. Per quanto riguarda il ritiro e le amichevoli pre campionato, Rosolino conclude: “Stiamo cercando di portare a Sarno, per le amichevoli pre-campionato, squadre blasonate che partecipano a campionati professionistici ma presto si avranno conferme ufficiali”.