Polisportiva Sarnese

Switch to desktop
Vota questo articolo
(0 Voti)

Finisce in parità il derby tra Sarnese e Gragnano

POLISPORTIVA SARNESE – GRAGNANO  1 – 1

 

 

POLISPORTIVA SARNESE: Russo, Cioffi, Gallo, Nasto (11' st Langella), Arpino, Pepe, Calemme (42' st Saginario), Nappo (19' st Salvato), Favetta, Talia, Auriemma. A disposizione: Di Donato, Tortora, Salvato, Ammendola, Saginario, Langella, Di Palma, Iuliano, Sannia. Allenatore: Gazzaneo

 

CITTÀ DI GRAGNANO: Giordano, Liccardi, Franco (19' st La Monica), Baratto, Carfora (30' st Mansour), Martone, Gatto (42' st Chiarello), Formisano (13' st Cascella), Esposito, Gassama, Cioffi. A disposizione: Cioce, Montuori, Cissè, La Monica, Chiarello, Guidone, Napolitano, Cascella, Mansour. Allenatore: Campana

 

Arbitro: Valentina Finzi di Foligno

Reti: 28' pt Gassama (G), 23’ st (r) Favetta(S)

Note: 800 spettatori circa. Ammoniti: Esposito (G) Recupero: 0' pt - 5' st

 

SARNO. Finisce in parità 1 a 1 la partita al Felice Squitieri di Sarno tra Polisportiva Sarnese e Gragnano. Una sarnese sottotono, rispetto alle prime uscite stagionali, non riesce a conquistare i tre punti sperati. Mister Gazzaneo conferma il solito 4 – 2 – 3 – 1, confermando 10/11 della squadra che domenica scorsa è scesa in campo al Lamberti, unica variazione tra i pali Russo per Di Donato; a centrocampo recupera Langella, dopo un lungo infortunio. Pronti, via, si parte. Al 6’ Sarnese subito pericolosa con Favetta, dribbling al limite entra in area e tenta la conclusione, palla di poco alta sopra la traversa.  Al 13' ancora Favetta prova a sorprendere Giordano fuori dai pali con un tiro dalla distanza ma l'estremo difensore gragnanese para.  Al 16' cross di Gallo dalla sinistra sul secondo palo per Calemme che tenta il tiro palla alta sopra la traversa. Al 24’ è il Gragnano a rendersi pericoloso con una punizione dal limite di Gatto, ma Russo con un colpo di reni devia in angolo. Al 28' dopo tanta Sarnese arriva il vantaggio degli ospiti con Gassama, in piena aria di porta stoppa la palla con il sinistro e conclusione di destro nell’angolino basso alla sinistra dell’incolpevole Russo. Nonostante il gol la Sarnese non reagisce e al 37’ il Gragnano va vicinissimo al raddoppio ancora con Gassama, tiro dai 20 metri ma Russo in tuffo para. Verso il finale di primo tempo arriva la reazione granata. Al 38' botta dal limite di Favetta, ma Giordano in tuffo devia in angolo. Sugli sviluppi del successivo calcio d'angolo è Pepe a tentare il tiro di testa, la palla esce di pochissimo a lato sfiorando l'incrocio. E così si va al riposo con la Sarnese in svantaggio.

 

 

Nella ripresa la Polisportiva entra più determinata in campo, fa molto possesso palla e schiaccia il Gragnano nella propria metà campo, anche se nei primi venti minuti non riesce mai ad impensierire la retroguardia ospite. A questo punto mister Gazzaneo corre ai ripari, fuori i due centrocampisti Nappo e Nasto, entrambi poco brillanti oggi, e butta nella mischia prima Langella e poi Salvato. Con Langella in campo il centrocampo cresce e la Sarnese diventa man mano più pericolosa.  Al 23' arriva il meritato pari su rigore, atterrato in area Cioffi, per la signora Finzi è rigore, dagli 11 metri si presenta Favetta che questa volta non fallisce, il bomber spiazza Giordano e riporta la partita in parità. Dopo il gol del pari la Sarnese si butta tutta in avanti alla ricerca del vantaggio. Al 27' è il neo entrato Salvato a divorarsi una palla gol straordinaria; splendida azione della Sarnese, centralmente scende Favetta, serve Talia sulla sinistra cross sul secondo palo di quest’ultimo  per Salvato che a porta vuota mette la palla fuori.  Al 33' punizione di Langella per Cioffi che salta più alto di tutti di testa colpisce l'esterno della rete. Gli ultimi  10 minuti è un assedio della Sarnese nell’aria avversaria ma purtroppo il gol del vantaggio non arriva e dopo cinque minuti di recupero arriva il triplice fischio. Una Sarnese non brillante non riesce ad andare oltre il pari contro il Gragnano, allo Squitieri. Domenica un altro derby contro la Turris. (foto Daniela Belmonte)

Ultima modifica il