Polisportiva Sarnese

Switch to desktop

Dopo la sconfitta contro la Cavese, la prima della stagione per la Polisportiva Sarnese, i granata sono pronti al riscatto in un altro derby: contro il Gragnano. I ragazzi di mister Gazzaneo vogliono continuare a stupire e riprendere la corsa per conquistare i punti salvezza nel più breve tempo possibile. Dieci i punti conquistati in 5 gare: 3 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta. Mentre il Gragnano finora ha raccolto 1 solo punto, in trasferta contro l’Aversa Normanna, poi quattro sconfitte. Un avvio non buono del Gragnano ma questo non significa che è una partita semplice per la Sarnese. Lo scorso campionato allo Squitieri finì 1 a 0 per la Sarnese, nel campionato 2015/16, invece, finì in parità.  

Della gara ne parla il mister Valerio Gazzaneo.

“Sicuramente incontreremo una squadra molto agguerrita, ma noi siamo ancora più agguerriti di loro. Ci vogliamo rialzare dopo la sconfitta subita a Cava e riprendere il nostro cammino fatto di vittorie. Loro hanno un solo punto in classifica è vero, ma devo dire che comunque non giocano male, esprimono un bel calcio. Noi da parte nostra vogliamo dimostrare che Cava è stato solo un episodio, vogliamo costruire e continuare sulla strada che abbiamo intrapreso dall'inizio del campionato e raggiungere nel più breve tempo possibile la salvezza”.

 

 

Dunque, nonostante la sconfitta la Sarnese è tranquilla e non si abbatte. “La squadra è molto serena, in settimana si è allenata con grande tranquillità. Il nostro obiettivo resta pur sempre la salvezza. L'inizio è stato aldilà di ogni nostra aspettativa. La sconfitta di Cava ci può stare anche se sono convinto che sono stati degli episodi che hanno determinato la sconfitta, noi abbiamo fatto la nostra gara, di fronte avevamo una squadra molto forte, quindi è anche merito loro. Siamo sereni, abbiamo archiviato ampiamente Cava de' Tirreni e contro il Gragnano dobbiamo ripartire assolutamente e riprendere la corsa, conquistando i tre punti sul campo, ma troveremo un avversario che non ci regalerà certo la partita”

Dopo l'ottimo avvio la Polisportiva Sarnese arriva al Simonetta Lamberti con la carica giusta per continuare a fare risultato: 10 i punti conquistati, di cui 6 in trasferta, su 12 disponibili, frutto di 3 vittorie e 1 pareggio. Due le vittorie nelle due trasferte finora giocate: contro Nardò e Taranto. Dunque, numeri importanti, ma soprattutto la carica giusta per affrontare il derby tanto atteso contro la Cavese al Simonetta lamberti. La Cavese è reduce dalla bella vittoria contro l’Altamura in trasferta, 7 i punti conquistati finora, frutto di 2 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta, subita al Lamberti alla prima giornata di campionato contro il Potenza. La Polisportiva Sarnese, nei tre precedenti incontri al Lamberti, non è riuscita mai a conquistare i tre punti: lo scorso campionato è finita 4 a 0 per la Cavese; nel campionato 2015-2016 finì 0 a 0; nel campionato 2014/15 fini 5 a 2 per la Cavese.

 

 

“Andremo ad affrontare una squadra, una piazza, una tifoseria importante, abituata ad altri palcoscenici, non abituata certamente al campionato di Serie D. – dichiara mister Valerio Gazzaneo - Affronteremo con il massimo rispetto la Cavese ma senza paura, giochiamo la nostra gara come abbiamo fatto finora, vogliamo continuare la striscia positiva. La squadra è carica, si è allenata molto bene in settimana e sono sicuro che faremo una gran bella partita, al di là del risultato, giocheremo come sempre. La Cavese ha un organico di tutto rispetto, può essere candidata a fare un campionato dignitoso e di vertice e  ambisce a vincere il campionato. Noi faremo la nostra partita sempre con la stessa umiltà che ci contraddistingue, confermo la squadra che ha fatto bene finora”.

Dopo l’ottimo avvio di stagione e reduce dalla storica vittoria contro il Taranto, gli uomini di Valerio Gazzaneo ritornano al Felice Squitieri e vogliono regalare la prima vittoria stagionale tra le mura amiche, dopo la sfortunata gara contro il Gravina i gladiatori granata ci riprovano e tengono a portare a casa i tre punti. Gli avversari sono i pugliesi dello Sporting Fulgor Molfetta. Domani, ore 15.00, stadio Felice Squitieri. Il Molfetta, è reduce dal pari interno contro il Pomigliano, due i punti finora raccolti, frutto di altrettanti pareggi, mentre devono recuperare la prima giornata di campionato contro il Cerignola. I ragazzi di mister Valerio Gazzaneo, tengono invece a confermare quanto di buono fatto in trasferta e regalare una vittoria davanti al pubblico amico.

 

“ll Fulgor Molfetta è una squadra organizzatissima che corre molto. – dichiara Gazzaneo - E’ una squadra giovane come noi ed è difficile da affrontare. Noi però dobbiamo vincere a tutti i costi pure perché in questo modo affronteremo le prossime partite con più tranquillità, aggiungendo altri tre punti in classifica scendiamo in campo con più serenità, in questo modo possiamo regalare qualche soddisfazione in più ai nostri tifosi. Vincendo domani sicuramente mettiamo un altro tassello per raggiungere quello che è il nostro obiettivo: la salvezza. La squadra è a mille, dopo l'esaltante inizio stagione e la straordinaria prestazione, coronata da una storica vittoria a Taranto. I ragazzi sono concentratissimi, determinati, e vogliono conquistare i tre punti contro il Molfetta a tutti i costi. La vittoria, ovviamente, è una componente di tanti fattori. Quello che più mi preoccupa del Molfetta è l'atteggiamento che può avere sul nostro campo, visto che comunque loro vengono con il coltello tra i denti.  Domenica scorsa hanno pareggiato una partita dove meritavano forse di vincerla e solo all’ultimo si sono fatti raggiungere dal Pomigliano, in classifica non hanno raccolto tanto, ma di certo è una squadra molto organizzata e gioca bene. Noi comunque faremo la nostra gara e siamo determinati per conquistare i tre punti”.

 

 

Sulla formazione che scenderà in campo, conclude Gazzaneo “Per quanto riguarda la formazione penso di riconfermare la squadra che ha vinto a Taranto anche se ci potrebbe essere qualche cambio all'ultimo momento”.

Quattro punti nelle prime due gare per la Polisportiva Sarnese dopo la vittoria in terra pugliese,  alla prima giornata di campionato, contro il Nardò e il pari interno contro il Gravina, la Sarnese di mister Gazzaneo va in Puglia alla ricerca del bis contro il Taranto. A parlare della trasferta di Taranto il mister Valerio Gazzaneo: "Abbiamo lavorato molto bene questa settimana, la squadra sta molto bene in salute ed è molto carica per affrontare questa trasferta contro una delle squadre più forti del girone. Il Taranto è sicuramente una corazzata, con una tifoseria importante, è una squadra di primissimo livello ma noi non abbiamo nulla da perdere, andiamo a fare la nostra gara. Giocare in uno stadio davanti ad un grande pubblico ci motiva ancora di più e siamo ancora più determinati. Massimo rispetto per tutti ma noi giochiamo la nostra partita ovunque”. Nelle prime due gare il Taranto ha raccolto tre punti, in casa contro l’Aversa Normanna, domenica scorsa poi la sconfitta in trasferta contro l’Altamura. “Rivedendo le gare del Taranto in queste due prime giornate, - continua Gazzaneo - ho visto una squadra che gioca molto bene, domenica scorsa ad Altamura, forse non meritava la sconfitta. Comunque resta una delle squadre più forti del girone con nomi di categoria superiore. Noi comunque faremo la nostra gara,  anzi siamo più stimolati e determinati".

“Sono orgoglioso di allenare questi ragazzi. – dichiara mister Valerio Gazzaneo - Dobbiamo essere fieri di quello che stiamo facendo, abbiamo raccolto 4 punti in queste prime due gare, una cosa che forse all'inizio non ci aspettavamo. Certo c'è l’amaro in bocca per non aver portato a casa i tre punti. Abbiamo fatto per 70 minuti noi la gara, gli ultimi 20 minuti siamo un po' calati e il Gravina ci ha puniti, purtroppo al primo errore i calciatori importanti ti puniscono. Sono molto soddisfatto del gioco che stiamo facendo, abbiamo dominato la gara, loro hanno fatto gol su un tiro cross ed è stato l'unica azione del primo tempo da parte loro. Noi, invece, abbiamo creato diverse palle gol. Ci prendiamo questo punto con piacere anche se c’è tanto rammarico, guardiamo avanti con fiducia. Dobbiamo essere solo contenti e se continuiamo a giocare così ci divertiremo molto, certamente noi facciamo un campionato diverso dal Gravina, loro hanno tanti calciatori importanti, noi è attraverso il gioco che ci dobbiamo salvare. Sono contento dei miei calciatori per come stanno affrontando questo campionato, nonostante per tanti è la prima stagione in D, stanno giocando con grande personalità. Siamo umili ma allo stesso tempo spavaldi e questa è una cosa bella”.

Dopo il buon esordio in terra pugliese contro il Nardò, con la vittoria e la conquista dei tre punti, la Polisportiva Sarnese fa l’esordio al Felice Squitieri di Sarno, domani ore 15.00, e affronta un’altra pugliese: il Gravina, una delle squadre più forti del girone. I pugliesi, così come i granata, sono reduci dalla vittoria in campionato alla prima giornata 1 a 0 contro il Pomigliano. I ragazzi di mister Valerio Gazzaneo ci tengono a fare bella figura all'esordio allo Squitieri davanti al pubblico amico.

 

 

“Mi aspetto continuità sia nel gioco che nel risultato da parte dei miei ragazzi. – dichiara mister Valerio Gazzaneo - Abbiamo fatto molto bene nella prima giornata di campionato contro il Nardò, mi aspetto una squadra determinata e che affronti con la stessa rabbia il Gravina. Una gara molto difficile contro una squadra importante, con tanti giocatori di categoria superiore. Nello spogliatoio c'è tanta euforia, ma comunque dobbiamo stare con i piedi per terra, dobbiamo essere concentrati. In settimana ho cercato di dire ai ragazzi di stare sereni e tranquilli perché una vittoria non ci può far montare la testa. Bisogna continuare a pensare che il nostro obiettivo è quello della salvezza e, quindi, dobbiamo stare sereni. Affronteremo una squadra importante con una difesa è un attacco davvero forte, nomi di categoria superiore, quindi, sarà una gara molto difficile. Spero che il tempo sia clemente anche perché il Gravina è una squadra molto fisica e un campo pesante ci potrebbe penalizzare. Comunque noi faremo la nostra gara e giochiamo come sappiamo giocare poi il campo darà i risultati”.