Polisportiva Sarnese

Switch to desktop
Home

Battaglia a San Tammaro ma i Cavalieri si impongono 15 a 0

Pubblicato in Rugby

E' stata battaglia dura il confronto tra i Cavalieri di Mister Lucia e Raimondi e lo Spartacus di Caserta sul terreno dell'Apolloni di San Tammaro.

I ragazzi della Polisportiva scendono in campo con Gallo, Del Mastro piloni, Sarcinelli tallonatore, Bianco e Bifulco seconde linee, Capriglione, Palomba e Scarpato terze linee; i due mediani Giordano e D'Arco, ai due centri giocano Califano e Vicidomini, alle ali Rainone e Aprea con estremo Russo, a disposizione in panchina ci sono Tedesco, Viesto, Giordano, De Vivo, Gambardella, Santonicola e Ndiaye.

La partita entra nel vivo con i Sarnesi che ci mettono qualche minuto a carburare, con una ottima azione Spartacus fermata solo a pochi metri dalla linea di meta dall'ottimo placcaggio di Russo.

Poi gli avanti Sarnesi cominciano a salire in cattedra e riescono a procurarsi un fallo nella metà campo Spartacus ma la Sarnese è imprecisa dalla piazzola.

Scampato il pericolo gli Spartacus sono di nuovo pericolosi quando si affacciano nella metà campo dei sarnesi e ottengono una punizione da buona posizione ma che viene fallita.

Al ventesimo del primo tempo il primo sussulto del match: Dopo falli ripetuti, l'arbitro concede un calcio di punizione a pochi metri dalla linea di meta e Giordano va a marcare battendo velocemente e D'Arco trasforma portando il risultato sul 7 a 0.

I restanti venti minuti legittimano il vantaggio sarnese ma i Cavalieri non riescono ad allungare.

Il  secondo tempo comincia così come era finito il primo con i Sarnesi che grazie agli avanti prendono il sopravvento ma che non riescono a sfondare la linea dello Spartacus.

La partita si fà sempre più spigolosa e a tratti cattiva con un giallo per Bifulco e un doppio giallo per un giocatore dello Spartacus.

Un calcio di punizione consente a D'Arco di centrare i pali e di portare i sarnesi sul 10 a 0.

Solo al trentesimo del secondo tempo gli avanti sarnesi da una moul avanzante Palomba si stacca e riesce ad arrivare in meta, chiudendo virtualmente il match, anche se D'Arco stavolta è impreciso dalla piazzola, risultato sul 15 a 0.

Da segnalare a fine partita l'ingresso in campo di De Vivo, reduce da un brutto infortunio.

La partita si conclude così lasciando un po' l'amaro in bocca ai Sarnesi che non raggiungono il bonus e che tenteranno di rifarsi l'8 marzo contro la Scampia sul terreno di casa.

ARTICOLO A CURA DI RAINONE LUIGI DANILO

 

Intervista post-gara a mister Vitter

Pubblicato in Calcio

Granata sconfitti con onore in casa della capolista

Pubblicato in Calcio

ANDRIA. La Sarnese è costretta a lasciare i punti ma non l'onore sul prato del "Degli Ulivi" di Andria. I granata vengono sconfitti di misura dalla capolista Fidelis con le reti di Lattanzio e Bove. Nel mezzo c'è stato il pareggio di bomber Maggio, che ha regalato ai suoi tifosi la decima rete stagionale. 

Mister Vitter deve fare i conti con le assenze importanti di Savarese (squalifica) e Di Capua (infortunio), ma può contare su Guarro, tornato però solo giovedì ad allenarsi dopo una brutta influenza. Prima del match i tifosi andriesi hanno voluto omaggiare l'ex Pasquale Ottobre con un mazzo di fiori e una targa, in ricordo degli anni trascorsi con la casacca della Fidelis.

Pronti via e al 5' i padroni di casa trovano il vantaggio: Lattanzio sfrutta una indecisione di Nobile, colpendo prima il palo e poi ribadendo in rete. I granata, sembrano soffrire la partenza degli azzurri, spinti anche dalla carica dei 6000 spettatori sugli spalti. Al 15' calcio di punizione a giro di Tufano, la palla attraversa tutta l'area di rigore e si spegne sul fondo. La Sarnese, dopo il gol subito a freddo, cerca di reagire ma la Fidelis è ben messa in campo e non concede spazio agli avversari. Al 20' Olcese ruba dalla ad Esposito, si invola verso la porta avversaria servendo un ottimo pallone per Lattanzio che scarica sull'accorrente Moscelli il quale, da ottima posizione, calcia debolmente tra le braccia di Nobile. Al 22' palla filtrante di Piccinni per Moscelli il quale, tutto solo contro il portiere ospite, viene anticipato dallo stesso. Sulla ribattuta si avventa Olcese che calcia verso la porta sguarnita ma è bravo Cozzolino a inserirsi sulla traiettoria della sfera e a mandare in angolo. Al 42' i granata trovano il pareggio: Tufano si invola sulla sinistra e viene atterrato da Lattanzio. Sul susseguente calcio di punizione battuto da Ianniello è Esposito a fare sponda di testa per l'accorrente Maggio che deposita la sfera in rete. La gioia dura poco: dopo un minuto l'Andria si riporta in vantaggio con Bova di testa su calcio d'angolo dalla destra di Lorusso. 

Nella ripresa ci prova subito Moscelli, da buona posizione, che calcia al volo con la sfera che termina alta. All'8' ottimo cross di Tufano dalla sinistra, Cilli blocca la sfera. Al 10' Ianniello ci prova al volo da fuori, la palla termina a lato. Al 14' Occasione Fidelis Andria: Rotunno ruba la sfera, serve un'ottima palla a Moscelli che riesce a saltare il portiere ospite in uscita, ma calcia alto. Da qui in avanti la gara entrarà in ghiaccio, con la Fidelis attenta soprattutto a controllare il match e a ripartire con il suo potenziale offensivo alla prima occasione utile. Nei minuti di recupero i granata procurano più di qualche brivido ai tifosi locali: tre calci d'angolo in pochi secondi e una trattenuta in area di rigore ai danni di Esposito sulla quale l'arbitro ha preferito soprassedere e sulla quale vi è più di un dubbio.

La squadra di Vitter esce comunque tra gli applausi dei 6000 del "Degli Ulivi", con la consapevolezza di essere sempre più ad un passo dalla salvezza: domenica allo Squitieri arriverà il San Severo e l'imperativo è quello di tornare alla vittoria.

TABELLINO 

F. ANDRIA: Cilli, Lavopa, Di Ronza, Piccinni, Bova, Ola, Rotunno, Lorusso, Olcese, Lattanzio (44'st Oliveira), Moscelli (32'st Volpicelli). A disposizione: Simone, Saias, Vilella, Di Santo, Giraldi, Grimaldi, Safina. Allenatore: Langella

SARNESE: Nobile, Cozzolino, Guarro, Esposito, Catalano, Fontanarosa, Di Palma (11'st Imparato), Ottobre (45'st Simonetti), Maggio, Tufano, Ianniello (39'st Iovene). A disposizione: Baietti, Nasti, Liccardi, Grenni, Viscovo, Nasto. Allenatore: Vitter

ARBITRO: Cavallina di Parma

RETI: 5'pt Lattanzio (A), 42'pt Maggio (S), 43'pt Bova (A)

NOTE: Spettatori 5000 circa. Ammoniti Tufano, Imparato (S), Bova, Moscelli (A). Angoli F. Andria 5 - 3 Sarnese. Recuperi 1°T: 4' - 2°T : 4'

Oggi la ripresa. Giovedì test con la Mariglianese

Pubblicato in Calcio

IL PROGRAMMA DETTAGLIATO

Lunedì 23 febbraio: Riposo

Martedì 24 febbraio: Allenamento ore 15.00 Stadio "Squitieri" Sarno

Mercoledì 25 febbraio: Allenamento ore 15.00 Stadio "Squitieri" Sarno

Giovedì 26 febbraio: Amichevole ore 15.00 vs Mariglianese Stadio "Squitieri" Sarno

Venerdì 27 febbraio: Allenamento ore 15.00 Stadio "Squitieri" Sarno

Sabato 28 febbraio: Da definire

Domenica 1 marzo: 24° giornata ore 15.30 vs Fidelis Andria Stadio "Degli Ulivi" Andria (Bt).

Vitter: "Buon punto su campo difficile. Ora sotto con l'Andria"

Pubblicato in Calcio

FRATTAMAGGIORE. Mister Pasquale Vitter commenta così nella sala stampa dello stadio "Ianniello" la partita pareggiata con l'Arzanese: "Nel primo tempo posso affermare che abbiamo giocato meglio noi, siamo stati padroni del campo e potevamo chiudere prima la partita con l'occasione che ha avuto Maggio. Nel secondo tempo l'Arzanese - continua il tecnico - ha reagito e ha trovato il pareggio su una distrazione in occasione del calcio d'angolo. In ogni caso si tratta di un punto importante su un campo difficile. Ora ci prepareremo al meglio per andare ad Andria e giocarcela con il nostro potenziale, come d'altro canto abbiamo sempre fatto e faremo, a prescindere dal raggiungimento dei nostri obiettivi".

Punto importante in trasferta: termina 1 a 1 con l'Arzanese

Pubblicato in Calcio

FRATTAMAGGIORE. La Sarnese torna a casa con un punto importante dal campo da gioco "Ianniello", contro la squadra locale invischiata nella lotta per non retrocedere e che ha lottato fino all'ultimo per provare a evitare di risollevarsi dalle zone "rosse" della classifica. E' stato il solito Maggio, giunto al nono centro in questo campionato, a segnare la rete del momentaneo vantaggio per la squadra granata sull'Arzanese.

Mister Vitter è costretto last minute a far a meno di una pedina importante come Guarro, colpito da virus influenzale. Al suo posto sulla corsia di sinistra c'è Liccardi, con Ianniello a centrocampo dal primo minuto al posto di Fontanarosa. Per il resto formazione standard, con Catalano-Ottobre-Esposito in difesa, Cozzolino a destra, centrocampo con Di Capua e Savarese e attacco composto da Tufano e Maggio.

I primi quindici minuti di gioco sul sintetico frattese sono prettamente di studio. Il primo tiro verso lo specchio è di Maggio dalla distanza al 15': il portiere blocca la palla in due tempi. Al 28' ci prova Tufano dalla distanza, botta forte che termina di poco alta sopra la traversa della porta di Prisco. Al 31' Maggio serve Tufano, tiro bloccato in due tempi dal portiere dell'Arzanese. Al 34' ancora Maggio si veste da assist-man e serve questa volta Ianniello, il cui tiro dal limite termina di poco a lato. Al 37' passa la Sarnese: stavolta si invertono i ruoli dell'azione precedente e Ianniello serve un ottimo pallone dalla destra a Maggio, colpo di testa dell'ariete napoletano respinto dal portiere; la palla torna a bomber Maggio che questa volta col piede accomoda la palla in rete. Al 42' Di Capua serve Maggio in area, il quale si allunga il pallone e non riesce a calciare verso la porta.

Nella ripresa ci prova per primo Tufano al 7', tiro dalla distanza e palla che termina di poco alta. Al 19' Cavaliere prova il tiro dal limite, gran risposta di Nobile che devia in corner la sfera. Al 25' Catalano tenta una delle sue discese, fa partire il tiro da fuori ma Prisco devia la palla. Al 33' Vitale si rende pericoloso, ma Nobile è attento e devia la sfera in angolo sul tiro dell'attaccante dell'Arzanese. Sul calcio d'angolo susseguente si inserisce il neo-entrato Figliolia al centro e di testa batte Nobile pareggiando i conti. Al 46' l'ultima occasione del match col tacco di Vitale, Nobile col piede ci mette una pezza e salva.

E' un ottimo punto per i granata, che mantengono la striscia positiva di risultati che dura da cinque giornate e salgono a quota 37 punti in classifica (+15 sulla zona play-out). Prossima trasferta in casa della capolista Fidelis Andria: gara difficile ma non impossibile per il team di Vitter, che ha già dimostrato di saper incutere timore alle "grandi" del campionato. 

TABELLINO

ARZANESE: Prisco, Cretella (25'st Barone), Montagna, Rinaldi, Baratto, Scognamiglio, Roghi, Tarascio (6'st Figliolia), Vitale, Fragiello (45'st Esposito M.), Cavaliere. A disposizione: Curci, Criscito, Calabuig, Abbagnato, Zogu, Esposito R. Allenatore: Potenza

SARNESE: Nobile, Cozzolino, Liccardi, Esposito G., Catalano, Di Capua (32'st Fontanarosa), Savarese, Ottobre (39'st Nasto), Maggio, Tufano, Ianniello (45'st Imparato). A disposizione: Ruocco, Grenni, Di Palma, Viscovo, Simonetti, Riccio. Allenatore: Vitter

ARBITRO: Vigile di Cosenza

RETI: 37'pt Maggio (S), 34'st Figliolia (A)

NOTE: Spettatori 150 circa. Ammoniti Savarese, Di Capua, Catalano (S), Tarascio, Fragiello (A). Angoli Arzanese 4 - 2 Sarnese. Recuperi 1°T: 0  - 2°T : 3' .

Conferenza stampa post Sarnese - Gallipoli

Pubblicato in Calcio

SARNO. Apre la conferenza stampa, per la prima volta in questa stagione, il presidente Francesco Origo: "Sono poco propenso all'esposizione mediatica. Però oggi ci tenevo a ringraziare il mister e i calciatori per questa stupenda vittoria e per il cammino fin qui avuto. Ero fiducioso già dopo la prima sconfitta col Brindisi alla prima giornata che questo gruppo avrebbe fatto bene in Serie D. Il nostro segreto è la continuità: rispetto allo scorso anno abbiamo cambiato poco con innesti mirati e giovani di prospettiva. Sono soddisfatto anche per i risultati del nostro settore giovanile: anche in questo week-end abbiamo fatto benissimo con le categorie Juniores, Allievi e Mini Allievi". Mister Vitter invece commenta così, focalizzandosi sulla vittoria ottenuta sui pugliesi: “Visti i risultati di oggi, per la salvezza matematica ci vogliono altri 10 punti circa, in quanto la media si è alzata. Può essere che si tratti di scaramanzia, ma il nostro obiettivo non dobbiamo dimenticarci che è la salvezza. Una volta raggiunta quella, allora potremo guardare avanti con serenità. Il Gallipoli – continua il tecnico – ci ha messo in difficoltà con il suo pressing alto, soprattutto nel primo tempo. Ho scelto di non far giocare Maggio per avere più equilibrio in campo, però col suo ingresso nella ripresa al posto di Fontanarosa ha cambiato il match, conquistando il rigore e segnando il terzo gol.  Se devo trovare una pecca nella giornata odierna – ammette Vitter – devo dire che mi aspettavo un po’ in più dai miei ragazzi. Non sono contentissimo perché alcune cose non mi sono piaciute rispetto alla gara col Pomigliano, ma va bene così. Domenica, con l’Arzanese sarà una partita difficilissima. Dopo, poi, faremo i conti”. Alla conferenza interviene anche bomber Maggio, eletto migliore in campo: “Sono contento per la mia prestazione e per la ottava rete in campionato, dedicata alla mia nonna. Sono entrato dalla panchina, ma il mister riesce a farci giocare tutti secondo le nostre potenzialità e a dosare gli under con gli over. Spero di superare i dieci gol in stagione”.

Torna il sorriso in casa: battuto il Gallipoli

Pubblicato in Calcio

SARNO. La Sarnese di mister Vitter torna alla vittoria allo "Squitieri" battendo un giovane e arrembante Gallipoli, guidato in panchina dal duo Massimo-Mangiapane. Un successo importante per i granata, che consolidano la settima piazza in classifica a quota 36, a più 15 dalla zona play-out e a soli due da quella play-off. 

Mister Vitter sorprende tutti i presenti, sovvertendo le probabile formazione della vigilia riservando a Maggio la panchina, con Tufano e Di Palma in avanti a non dare punti di riferimento alla difesa avversaria. Per il resto solita formazione collaudata, con Catalano-Ottobre-Esposito in difesa, sulle fasce Guarro e Cozzolino e a centrocampo Di Capua-Fontanarosa con Savarese a muovere la palla sulla trequarti.

Pronti via ed è subito giallo per il protagonista (in positivo e in negativo) della gara, Santonocito (fallo di mano a centrocampo). Al 7' Cozzolino sulla destra vede Di Palma solo in area, il cui tiro termina a lato. Al 10' Tufano sbuca dalla fascia sinistra, la mette al centro ma il difensore giallorosso la mette fuori. Sui risvolti del calcio d'angolo scambio corto tra Esposito e Di Capua che va al tiro, Gabrieli respinge la conclusione insidiosa. Al 12' passa il Gallipoli: punizione precisa di Santonocito che porta in vantaggio i suoi. Dopo tre minuti la Sarnese prova a reagire: lancio rasoterra di Savarese per Fontanarosa, il centrocampista impatta male la sfera che termina fuori. Al 20' arriva il pareggio dei granata: Tufano si allarga sulla destra e mette il cross preciso per la testa di Guarro che spiazza il portiere ospite. Si tratta del settimo gol in campionato per il terzino goleador di Torre Annunziata. Al minuto 40' cross morbido di Tufano che pesca Fontanarosa, il quale per pochi centimetri non arriva sulla sfera.

Nella ripresa sono gli ospiti pugliesi a provare per primi la conclusione: al 2' Mingiano prova il tiro da fuori area, la palla è facile preda di Nobile. Al 16' Rizzo atterra il neo-entrato Maggio in area. L'arbitro concede il rigore ai granata. Della battuta se ne incarica il capitano Esposito, che va a colpo sicuro e spiazza Gabrieli per il vantaggio granata. Al 21' punizione di Santonocito, palla potente ma non precisa. Dopo cinque minuti il centrocampista del Gallipoli lascia i suoi in dieci: fallo su Catalano e secondo giallo di giornata.

La gara va in stand-by, con la Sarnese che controlla e il Gallipoli che si rende pericoloso solo sui calci piazzati, che portano la firma dello specialista Mangiapane, entrato per dar man forte ai suoi. Le ultime emozioni del match le regala il recupero: al 48' stupenda azione corale dei padroni di casa con scambi veloci tra Imparato, Maggio e Savarese, il quale tira debole tra le braccia del portiere. Al 49' Maggio colpisce di testa ma la palla è facile preda del portiere. Allo scoccare del quinto e ultimo minuto di recupero Maggio sigla il terzo gol: Ianniello raccoglie una rimessa laterale e vede Maggio libero in area: l'ariete napoletano conclude deciso verso la porta e segna il gol con dedica per la nonna scomparsa due settimane fa.

TABELLINO

SARNESE: Nobile, Cozzolino, Guarro, Esposito, Catalano, Fontanarosa (14'st Maggio), Savarese, Ottobre, Di Palma (23'st Imparato), Tufano (40'st Ianniello). A disposizione: Baietti, Nasti, Liccardi, Grenni, Nasto, Simonetti. Allenatore: Vitter

GALLIPOLI: Gabrieli, Gigante, Rizzo (36'st Mangiapane), Mbida, Cornacchia, Lorusso, Mariano, Santonocito, Di Maira, Marangon (19'st Sopcic), Mingiano (42'st Leone). A disposizione: Costantino, Rizzo, Mauro, Berteina, Vitali, Portaccio. Allenatore: Massimo

ARBITRO: Cosso di Reggio Calabria

NOTE: Spettatori 300 circa. Ammoniti Mbida, Lorusso, Mingiano, Sopcic (G) Di Palma, Esposito (S). Espulso Santonocito (G) al 26'st per doppia ammonizione. Angoli Sarnese 3 - 5 Gallipoli. Recuperi 1°T: 1  - 2°T : 5.

SARNO. Nel day after del successo in terra vollese, mister Pasquale Vitter commenta così, a freddo, la partita: "Sono pienamente soddisfatto della gara di ieri, dato anche che col Pomigliano abbiamo ottenuto la quarta vittoria consecutiva in trasferta. I tre punti conquistati valgono sicuramente doppio, perché ottenuti contro una diretta concorrente per la salvezza. Loro volevano la vittoria a tutti i costi ma alla fine credo che la nostra affermazione sia stata davvero meritata."  Mancava Maggio per squalifica, lei si è inventato Guarro prima punta: "Conosco benissimo questo gruppo di giocatori che oramai alleno da 4 anni e sapevo che Nino (Guarro, ndr), lì davanti, poteva darmi tanto, visto che al Savoia aveva già giocato in quel ruolo. Ha sfiorato tre goal (traversa compresa, ndr) e poi, alla quarta occasione, non ha perdonato". Domenica arriva il Gallipoli a Sarno: "Partita difficilissima, dobbiamo essere bravi a non rilassarci in settimana. I salentini sono una buona squadra, ma noi abbiamo voglia di regalare ai nostri tifosi una bella vittoria, che manca in casa dal 30 novembre scorso". Guardando la classifica, ha fatto un pensiero ai play-off? "Abbiamo 33 punti, ne mancano 9 per la fatidica quota 42, dove pensiamo di essere al riparo da cattive sorprese. I play-off distano, comunque, solo quattro punti (due, in caso di eventuale penalizzazione del Bisceglie). Se sapremo dare continuità ai nostri risultati allora un pensierino folle potremmo anche farlo. Prima però l'imperativo è quello di ottenere la salvezza matematica il prima possibile".

Pagina 1 di 54